Imparare il massaggio tantrico per un risveglio e riequilibrio delle energie sensuali

Nel Tantra ci sono due sentieri distinti: il Dakshinachara (il sentiero della mano destra) e Vamachara (il sentiero della mano sinistra), ambedue si ritiene che portino all’illuminazione.

Il Dakshinachara basa la sua disciplina su pratiche Vediche Induiste ortodosse, come lo yoga, la meditazione e l’ascetismo.

Il Vamachara segue un percorso che si discosta da quello suggerito dai Veda.
Le pratiche rituali del Tantra della mano sinistra, includono i cinque pancha-makara che sono: il consumo di alcool e altre sostanze intossicanti (madya), i riti sessuali (maithuna), il consumo di carne (mamasa), di pesce (matsya) e la gestualità rituale (mudra).

Il Rituale di Vamachara Tantra è un percorso a livelli che permette al singolo, singola o coppia (anche omogenea) di attivare il flusso di energia sensuale profonda strettamente collegata alle vibrazioni sottile della Kundalini attraverso uno scambio di trattamenti su tutto il corpo che non hanno comunque nulla a che vedere che una qualsiasi attività sessuale che dir si voglia.

Capire questo è molto importante per non equivocare su un’arte millenaria per il risveglio dei sensi e del Maha Prana (energia profonda potenziale che risiede in Mooladhara Chakra).

Infatti, se pur il trattamento include la nudità (completa o parziale a seconda del grado di consapevolezza della coppia) e la stimolazione di zone erogene specifiche (non a fini sessuali) il rispetto della volontà altrui, la Non ricerca dell’estrema eccitazione sessuale e la massima consapevolezza di ciò che si sta facendo fanno in modo che questa pratica, riattivando il flusso profondo di Prana a più livelli, porti una autoguarigione a più livelli di coscienza.

Questo significa che sia il ricevente che chi fa il trattamento (che poi invertendosi si scambiano le energie) ritrova un equilibrio psicofisico ed energetico profondo che, con il tempo, si riflette anche sull’aspetto fisico ed organico. Si lavora quindi “al contrario”: non si parte dal corpo fisico per ritrovare equilibrio e benessere, ma dal corpo sottile, energetico nutrito dall’energia sessuale profonda.

Ci sono diversi rituali Tantrici di vari genere a che arrivano ciascuno ad un livello di “sensualità” sempre più avanzato ed intimo, fino ad arrivare al Maithuna Tantrico.

All’interno del rituale il Massaggio tantrico è fondamentale!

Durante il massaggio si inizia a stimolare fin da subito l’energia profonda sensuale sia del massaggiatore che del ricevente (invertendosi poi i ruoli se necessario) con una sequenza e una ritualità ben precisa.

Particolarità è nel tocco sempre molto gentile con poco olio (o in alcuni casi anche senza) che arriva a sfiorare le varie zone “di chiusura” del corpo: ascelle, fossa cubitale, cavo popliteo, piega inferiore dei glutei, scaro e inguine.

In queste zone ci sono molti ristagni psichici ed emotivi che un tocco gentile e sicuro può rimuovere con il suo passaggio.

Nella tradizione la coppia è sempre eterogenea, ma, personalmente, penso che nelle coppie omogenee ci sia sempre la possibilità di trovare una Shakti ed uno Shiva (femminile e maschile) pur essendo dello stesso sesso.

Imparare il Massaggio Vamachara Tantra è molto semplice e lo si può seguire anche tramite video corso professionale creato dal M° Roberto Boschini, che da anni effettua svariati video corsi di massaggio.

Il Video corso dedicato a tutti si può trovare sul sito: https://massaggioayurvedicoitalia.it/index-tantra.html

Roberto Boschini

M° di Yoga e Massaggio