Maxi rissa durante la festa della Donna. Il video diventa virale. Il ristorante: “Anche noi siamo vittime”

Doveva essere una serata tranquilla e divertente la cena spettacolo organizzata per martedì 8 marzo nel napoletano, un’occasione per festeggiare la Giornata della Donna e distrarsi dalle preoccupazioni quotidiane dovute anche al difficile momento storico.

E invece l’evento si è trasformato in un vero e proprio incubo per il locale “La Lanterna” di Villaricca, che, suo malgrado, è diventato teatro della violenta rissa scoppiata all’interno di una delle sale durante i festeggiamenti.
Nelle ultime ore il video girato da una partecipante, e condiviso su tutte le piattaforme social, è diventato virale, generando polemiche e reazioni contrastanti tra gli utenti.

Panico e momenti di concitazione nelle immagini condivise in rete, che immortalano alcune partecipanti stese a terra, ferite o svenute, e altre in fuga urlanti nello sgomento generale.

Stando alle prime ricostruzioni, la rissa sarebbe scoppiata intorno alle 3,30 quando la festa era ormai giunta al termine.

“La cena era stata già servita, e come da programma dovevano esibirsi altri due cantanti neomelodici” commenta la Carmen D’Altrui, responsabile amministrativa del locale.
“Un litigio tra due donne è degenerato in maniera esagerata! Hanno iniziato ad insultarsi, lanciando per aria piatti, bicchieri, bottiglie e posaceneri. Abbiamo subito ingenti danni, e ci dispiace che la situazione sia degenerata in tal modo” poi prosegue “Qualcuno ha commentato in rete accusandoci di aver ospitato troppa gente. Mi preme precisare che la nostra struttura è molto grande, composta da più sale idonee ad accogliere anche 700 persone.
Durante l’occasione abbiamo rispettato tutte le disposizioni vigenti per la sicurezza in ossequio alla normativa vigente, controllando rigorosamente tutti i green pass alle partecipanti, oltre ad aver previsto un servizio security composto da sei uomini. Nonostante l’intervento della sicurezza, è stato necessario anche quello dei Carabinieri della compagnia di Merano, che stanno espletando le dovute indagini per accertare le responsabilità del caso”.

I ristoratori hanno preso le distanze da quanto accaduto con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, definendosi a loro volta anch’essi vittime per i danni e i disagi patiti.

Vincenzo De Marino