L’artgianato artistico risorsa per il turismo

L’artigianato artistico da nord a sud costituisce una risorsa per il turismo. Nel periodo post pandemia si va consolidando la tendenza ad un turismo lento che predilige i borghi, la scoperta dei territori preferendo  quelli che tutelano l’ambiente e investono nella sostenibilità.

La lavorazione della ceramica, del vetro, del ferro, dei tessuti sono espressioni delle tradizioni e della cultura di un paese e, per le aeree interne, queste forme di artigianato costituiscono anche presidi di socialità. L’artgianato, fra arte, storia e cultura, va valorizzato e trasmesso alle nuove generazioni tenendo conto che non va dimenticato il suo ruolo sociale.

Un esempio ci viene da Grottaglie cittadina tarantina, nota non solo per la sua millenaria arte ceramista ma anche per i maestri figulini che modellano l’argilla ed infatti proprio a Grottaglie la Proloco ha creato dei percorsi tattili e sensoriali per consentire ai ragazzi con disabilità di imparare a suonare le trombe di argilla note per le loro “pernacchie”. 

I borghi con il loro artigianato si rivelano propulsori di un turismo lento e sostenibile volto alla conoscenza del territorio e delle comunità ospitanti.

Antonella Cirese