Mini giardini da sogno

Hanno dimensioni mini gli spazi verdi cittadini e costituiscono dei veri e propri gioielli.

Chi ha la fortuna di possedere un giardino non deve lasciare nulla al caso per arredarlo ed allestirlo. Basta poco per dargli una impronta personale e trasformarlo in un gioiello. Molto dipende dal gusto, ma una regola vale per tutti, non affastellarlo e riempirlo di oggetti. Diventerebbe infatti opprimente. Il classico prato all’inglese è la scelta migliore se lo spazio è piccolo. Per predisporre all’esterno anche un tavolo e qualche sedia, è necessario che vi sia una zona pavimentata, quindi si può optare per la pietra o una pedana in legno.

 Ideale utilizzare materiali naturali che si fondano armoniosamente con il verde del tappeto erboso conferendo all’ insieme una aria accogliente. Il perimetro poi per garantire la privacy va definito ed abbellito. Le siepi sono indispensabili e ci si potrebbe orientare sui sempreverdi che non perdono il loro appeal nemmeno nei mesi più freddi. Necessitano una potatura di due volte all’anno. Il bambù dona una sensazione   di maggiore contatto con la natura. Possono essere appesi vasi e vasetti con piante aromatiche. Un tocco in più lo danno le piante rampicanti e la scelta degli arredi. Da privilegiare legno, tessuti naturali o ferro battuto che meglio si adattano ad arredi e complementi in plastica. Un allure shabby sarà conferito da cuscini e tovaglie in pizzo e merletti che non passano mai di moda. Il riciclo e il riutilizzo su rivelano vincenti per donare al giardino una forte personalizzazione. Vecchi recipienti, zinco e ferro,possono trasformarsi in fioriere così come una carriola opportunamente ridipinta. L’estate quindi sarà l’occasione per girare fra i mercatini e fare incetta di accessori, complementi d’arredo e oggetti che possono avere una seconda vita.

Paola Copertino