In bici per “viaggiare dolce”

E’ possibile “viaggiare dolce” con il cicloturismo che realizza un turismo sostenibile, salutare, inclusivo e generatore di virtuosi risvolti economici per il territorio.

In base ai dati forniti da banca Ifis, relativi alla seconda edizione dello studio “Ecosistema della Bicicletta”, ci sono in Italia 900 percorsi adatti alle due ruote per una lunghezza complessiva di 90.000 km; 4.940 operatori turistici con un’offerta cicloturistica e 4.550 alberghi che mettono a disposizione servizi dedicati alla bicicletta; inoltre sono 8 milioni gli italiani interessati al cicloturismo, pari a circa il 16% della popolazione maggiorenne

La volata del cicloturismo riguarda anche il sud che offre percorsi interessanti dal punto di vista paesaggistico, storico, artistico e culturale.

Accanto ai percorsi storici quali i cinque tratturi regi, in bici si può percorrere la Via Francigena del sud che è ufficialmente un nuovo cammino. L’Associazione Europea delle Vie Francigene, ha approvato il nuovo percorso da Roma a Leuca.

All’unanimità è stato approvato il nuovo tratto della Francigena che si unisce a quello già esistente, creando così un lunghissimo itinerario di oltre 3200 chilometri che da Canterbury arriva a Santa Maria di Leuca unendo l’Europa tutta, da Nord a Sud.

Antonella Cirese