La crema autoabbronzante per la tintarella fai da te

L’estate imperversa, ma non tutti possono permettersi mare e tintarella. Basta però farsi furbi tenendo in considerazione un valido alleato, la crema autoabbronzante. Un magico prodotto capace di regalare un colorito ambrato che mette di buon umore.

Va considerato che non esiste una tonalità che sta bene a tutte. La scelta dell’autoabbronzante deve essere mirata tenendo conto della specificità del proprio incarnato. Per le pelli molto chiare è preferibile utilizzare un autoabbronzante con determinati parametri che non sono quelli da adottare per le pelli più scure.

L’autoabbronzante conferisce una colorazione non permanente che va via dopo circa una settimana o dieci giorni. Per mantenere l’intensità del colorito uniforme, conviene applicare il prodotto per evitare che sbiadisca ogni due o tre giorni con regolarità. Per farlo durare più a lungo è necessario che la pelle sua sempre idratata. Fondamentale è bere molto e massaggiare la pelle con una crema idratante. Non c’è nessuna controindicazione se si prende il sole.

L’autoabbronzante non contiene però filtri protettivi, dunque non scherma i raggi solari. Va quindi applicata una crema con fattore di protezione. Per eliminare l’effetto abbronzato del corpo basta usare un esfoliante durante la doccia.

Paola Copertino