Al “A dreaming fashion show” le opere del Maestro Vito Gurrado

A Mesagne, nell’ambito dell’evento “A dreaming fashion show”, hanno sfilato in passerella anche le splendide creazioni di Vito Gurrado,  poliedrico artista di fama internazionale, jewels designer, scultore, pittore, direttore del Vito Gurrado Museum e non solo. Artista con un lungo curriculum artistico consultabile sul sito http://www.vitogurrado.com.

Particolarmente suggestiva, nel corso dell’evento, organizzato dall’Associazione “Art Fashion Dream” e ideato dal suo Presidente Max Arcano unitamente al direttivo, è stata l’apertura della sfilata dei suoi gioielli d’autore con la partecipazione di Frank Cippone che, con grazia ed eleganza, aveva tra le mani una preziosa opera dell’artista barese ricca di arcaici e sacri simboli ed avente all’apice una croce cristiana.

In foto Frank Cippone  (ph. Luciano De Marianis)

Maestro Gurrado, qual è il significato della creazione che ha introdotto il suo momento?

Ci ho riflettuto molto prima di scegliere l’opera che ha aperto la mia sfilata. Per quanto insolito possa essere in questi contesti, ho voluto evidenziare alcuni valori per me particolarmente importanti: il valore della Fede, della Speranza, dell’Amore incondizionato e della crescita spirituale.

I suoi gioielli d’autore sono delle vere e proprie opere d’arte, può dirci qualcosa in merito?

Le mie creazioni sono recensite dalla critica quali vere e proprie micro sculture indossabili, esemplari unici al mondo realizzati a mano e rigorosamente in Italia per mezzo delle più antiche e nobili tecniche orafe. Talvolta amo trasformare materiali a cui molto difficilmente verrebbe concessa una seconda vita sebbene i metalli che prediligo siano certamente il bronzo e l’argento.

Maestro dove si possono visionare e acquistare le sue creazioni?

L’intera mia produzione, dalle opere scultoree ai dipinti ai gioielli d’autore è  esposta e promossa nelle prestigiose sedi che ospitano il Vito Gurrado Museum, museo diffuso e itinerante di arte moderna e contemporanea. Su Bari, nelle sedi di Banca Generali Private di Via Calefati e Via Mattarese ed il Grande Albergo delle Nazioni. Ricevo personalmente e su appuntamento i fruitori del mio museo.

Tornando all’evento “A dreaming fashion show”, come lo ha vissuto e se c’è qualcosa in particolare che l’ha colpita.

L’ho vissuto con grande entusiasmo apprezzando molto l’empatia, l’amore e la dedizione di tutte le persone con cui ho avuto l’onore ed il piacere di collaborare, dall’intero direttivo Art Fashion Dream di cui orgogliosamente faccio parte all’instancabile Presidente Max Arcano; alla presentatrice – conduttrice tv Monia Palmieri, brillante e professionale come poche; all’impeccabile direttore artistico Massimo Orsini ed all’amico attore, sceneggiatore e stuntman Frank Cippone.

                                                                                                   Paola Copertino