Caro bollette. Aumentano i nuovi poveri

«La povertà energetica rappresenta un’emergenza sempre più pressante e pone il rischio di aggravare il disagio sociale, economico e abitativo di famiglie e individui». A lanciare l’allarme è la fio.PSD, la Federazione italiana organismi per le persone senza dimora, associazione che persegue finalità di solidarietà sociale nell’ambito della grave emarginazione adulta e delle persone senza dimora lancia l’allarme povertà energetica e scrive una lettera ai politici.

I rincari energetici colpiscono non solo le famiglie ma anche le organizzazioni del terzo settore che offrono servizi alle famiglie disagiate e che, a causa dell’aumento delle bollette che si ripercuotono sui bilanci, si vedranno costrette a sospendere l’elargizione di alcuni servizi a bassa soglia quali doccia e lavanderia, solo per citarne alcuni.

Tale quadro emerge dal questionario che, ad agosto 2022 la Fio.Psd, ha realizzato con l’obiettivo di valutare in che modo l’aumento dei costi dell’energia e le conseguenze del cambiamento climatico stiano impattando sulle organizzazioni del Terzo settore e sulle persone che si rivolgono ad esse. Al questionario hanno preso parte 28 organizzazioni di cui 16 del nord Italia, 9 del sud e 3 del centro Italia.

Al questionario metà delle organizzazioni stimano che l’importo delle proprie bollette sia aumentato di oltre il 30% arrivando in alcuni caso al raddoppio dei costi. Inoltre da alcune risposte date al questionario emerge che l’aumento delle persone che si rivolgono alle organizzazione del terzo settore potrebbe essere imputato al rincaro in bolletta.

Nella lettera rivolta ai politici la Fio.Psd chiede ai leader di partiti quale impegno vogliono assumere in relazione non solo alla povertà energetica ma anche riguardo ai temi quali esclusione abitativa e case accessibili, sostegno, reddito e centralità dei servizi territoriali.

Questo è il tempo di attuare una politica mirata all’impiego dei fondi per progetti non a breve termine ma a lungo termine e che non abbiano il carattere dell’emergenza.

Antonella Cirese