Settembre e il piacere della vacanza di inizio autunno

L’estate si è appena conclusa, ma le temperature, ancora miti, invitano ad una vacanza o magari a una gita fuori porta, dove concedersi lunghe e benefiche camminate.
Per chi ha la possibilità di frequentare il mare per gli ultimi bagni, va ricordato che il mare è un elemento meraviglioso e va sfruttato perché non fa sentire la fatica nel compiere i movimenti. Oltre ad essere piacevole come sensazione, in acqua ci si sente più leggera e non si sentono i dolori nelle articolazioni.
L’acqua infatti elimina l’attrito e non ci sono limiti di età e condizioni particolari, visto che è consigliabile per persone anziane o alle donne in gravidanza. Per ottenere i migliori risultati, bisognerebbe entrare in acqua fino a quando il livello è appena sotto l’ombelico e mantenere un passo normale per 10- 15 minuti ogni mattina. Le articolazioni ringraziano, visto il potenziamento dei muscoli, della circolazione venosa e arteriosa, e l’inevitabile stimolazione dell’attività cardiaca.
La stessa passeggiata, ma sul bagnasciuga, non ha gli stessi effetti perché possono nascondersi buche, pietre o ostacoli.
Bisognerebbe fare attenzione alle calzature attrezzandosi con scarpe antiscivolo se si fanno passeggiate su particolari superfici.
Passeggiare in montagna può rivelarsi insidioso per chi non è abituato a passeggiare su terreni scoscesi. Se si è stanchi, la stanchezza incide sul controllo dei movimenti come anche il pasto troppo abbondante rallenta i riflessi e la capacità di reagire agli ostacoli.

Paola Copertino