Di gran moda le magliette grafiche

Donano un’allure sbarazzina e al passo con i tempi, sdrammatizzano anche i look più austeri. Stiamo parlando delle magliette grafiche. Continua a dettare legge sulla scena modaiola, imponendo le sue regole e il suo stile, la generazione Z. In estate aveva dominato la canotta bianca che era diventata la protagonista dei look estivi, con l’autunno spiccano le t-shirt grafiche che non sono solo capi must have per teen–ager, ma veri e propri pezzi iconici che spuntano dai capispalla sartoriali per sdrammatizzare outfit altrimenti troppo austeri.

Per essere al passo con i tempi, però, bisogna puntare su dei modelli particolari. Diventa la regina del guardaroba femminile la maglietta a maniche corte su cui campeggiano disegni digitali, serigrafie, cartoon e scritte. Da’ l’opportunità di sperimentare stili e outfit finora impensati con accoppiamenti inediti.
Da dimenticare l’accoppiata, seppur vincente, jeans e maglietta, ora è tempo di osare ed abbinarla ai capi più eleganti e formali, ai capispalla sartoriali e ai completi da ufficio giacca e pantaloni per creare look che non passano inosservati con questi dettagli fuori del comune e poco editi.

Vediamo ora quali sono le stampe più cool.
Il lettering l’ideale per trasformare la t- shirt in una tela su cui sbizzarrirsi con messaggi di ogni tipo, da quelli simpatici a quelli provocatori, dalle frasi celebri a quelli multilingue.
Molto attuali, con effetto ringiovanente, le stampe pop e i personaggi da cartoon che vanno abbinati a completi formali per giocare alla legge del contappasso. Si punta molto sul contrasto. Sotto i tailleur e i capispalla più formali ed eleganti, si fa centro con stampe geometriche, serigrafie astratte, tripudi di colori che donano un sapore più misterioso al look.
Anche i grandi brand hanno strizzato l’occhio a questa tendenza con magliette che traboccano di allegria e sprizzano buonumore da ogni fibra.

Paola Copertino