In Sicilia la fattoria sociale del welcome

Nasce a Calascibetta, in provincia di Enna, la fattoria sociale del Welcome che punta ad attuare una forma di agricoltura sociale attraverso l’accoglienza e l’inclusione di soggetti provenienti da paesi terzi. Ecco la risposta al caporalato.

Il progetto ha il merito di concretizzare una reale esperienza di integrazione e coesione sociale tra la comunità locale e chi ha nazionalità diverse e nasce da una partenership formata dal “Coordinamento regionale volontariato e solidarietà Luciano Lama”, capofila, la Società cooperativa “Incastri Creativi” di Palermo, il Consorzio “Sale della Terra” di Benevento, l’associazione “Mediter Italia”, la Euroconsult di Enna, l’associazione “Centro studi Aurora” di santa Flavia, il Comune di Calascibetta e il Gal Rocca di Cerere.

La fattoria sociale del welcome è finanziata dalla Regione Sicilia, assessorato della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, Ufficio speciale Immigrazione, nell’ambito del Progetto P.I.U (percorsi individualizzati di uscita dallo sfruttamento).

Verrà realizzata su tre fondi messi a disposizione del Comune in cui sono in corso i lavori per rendere idonei i terreni per impiantare un allevamento di ovaiole, una coltivazione di ortive e una coltivazione di fiori in modo da avviare una vera e propria attività imprenditoriale.

Antonella Cirese