Il matrimonio d’inverno. Una favola romantica

Di grande fascino i matrimoni d’inverno. Rappresentano un’alternativa molto apprezzata anche dagli ospiti, che spesso devono presenziare a diversi matrimoni nei mesi primaverili ed estivi, ma che partecipando ad un matrimonio invernale vivono un evento unico e diverso dagli altri con meno problemi legati alla sovrapposizione di date e ferie. Da non sottovalutare.

L’inverno regala molti spunti in fatto di decorazioni ed è il periodo in cui si hanno più fioriture. Sono disponibili tulipani, giacinti, bacche e non va sottovalutato nemmeno il fatto che non fa caldo. Questa è una condizione favorevole per ospiti e sposi.
Naturalmente può capitare una nevicata improvvisa, basta però organizzare il cosiddetto piano b e prestare massima attenzione alla logistica.
Per un matrimonio invernale l’abito da sposa dovrebbe mescolare diversi materiali, accostando i tessuti abitualmente usati (mikado, taffetà, organza) al cashmere, anche solo per creare una cappa. Fra i tessuti privilegiati la duchessa, che però in estate può risultare troppo pesante. Gli esperti del settore consigliano di prendere ispirazione dal territorio e se avviene nel periodo natalizio si può dare spazio a colori come l’oro e l’argento.

Se invece è programmato per l’inizio del nuovo anno, si può optare sui colori del rosso, bordeaux, bronzo ed arancio, anticipando la primavera.
Naturalmente la location darà un’ulteriore connotazione alla cerimonia per cui dovranno essere curati i complementi di arredo da abbinare ad abito, fiori e tema scelto.
La magia così può iniziare e se poi cade la neve, sarà ancora più da favola.

Paola Copertino