Impariamo a rispettare la natura fin da piccoli

Non si è mai troppo piccolo per imparare a rispettare la natura. La consapevolezza nasce dai semplici gesti quotidiani, ma si può fare ancora di più: aiutare i piccoli a sviluppare una connessione reale e profonda con l’ambiente.

È un valore che si dovrebbe instillare nei più piccoli sin dalla più tenera età. Oltre l’esempio, che è fondamentale, esistono alcune strategie che possono aiutare i bambini ad amare la natura e, quindi a mettere in atto un comportamento responsabile verso il pianeta e il creato.

Oggi è sempre più raro vedere bambini che giocano all’aperto. Troppi impegni nell’agenda, troppi stimoli digitali che arrivano dagli smartphone, consolle e TV.

I bambini potranno conosce e amare la natura solo se verranno portati ad esplorarla. Una delle migliori esperienze per i bambini è proprio il gioco all’ aperto. Bisognerebbe consentire ai più piccoli di giocare liberamente anche a costo di sporcarsi, costruendo castelli di sabbia, arrampicandosi sugli alberi o facendo escursioni nei boschi.

Tutto questo indubbiamente promuove la creatività, l’immaginazione e crea una profonda connessione con l’ambiente.

Possono aiutare anche le passeggiate nei parchi, le escursioni in montagna, un picnic nel prato o le visite ai giardini botanici. In queste occasioni si potrà insegnare loro a rispettare la fauna e la flora, anche attraverso piccoli gesti come raccogliere i rifiuti che si sono prodotti o che si sono rinvenuti, lasciando il luogo così come era quando si è arrivati.

Naturalmente l’approccio cambia con l età. Con i ragazzi più grandicelli, una connessione più attiva con la natura è utile per insegnare loro che preservare il nostro pianeta è indispensabile non solo per noi, ma anche per le future generazioni.

È consigliabile incoraggiarli a partecipare attivamente a iniziative per la conservazione dell’ambiente, come la pulizia dei parchi o volontariato presso associazioni ambientaliste locali.

Si rafforzerà il loro senso di responsabilità se si sentiranno parte integrante del movimento per la salvaguardia del pianeta.

Un altro sistema da consigliare è quello di leggere storie e libri incentrati sulla natura e sull’ ecologia.

Dopo aver letto le storie che trasmettono importanti messaggi sulla biodiversità, sulla conservazione delle risorse ambientali e su quanto sia doveroso rispettare tutti gli esseri viventi, sarebbe utile intavolare discussione a misura di bambino per capire come applicare gli insegnanti emersi dai racconti nella vita di tutti i giorni.

Ideale sarebbe poi coinvolgerli in attività pratiche come prendersi cura di una pianta o incoraggiarli a coltivare un piccolo orticello. Seguendo le fasi di crescita, si sentiranno responsabilizzati.

Paola Copertino