Break the wall: un progetto per la pace

“Break the wall” è il progetto promosso dal Centro italiano aiuti all’infanzia (Ciai), nella propria sede barese, presso l’istituto scolastico del capoluogo pugliese, “Giovanni Pascoli”, nell’ambito del progetto più ampio di “Educazione in corso”.

Il progetto nasce per la pace e per stimolare le relazioni tra i popoli del mediterraneo. Ha coinvolto ragazzi e ragazze della scuola secondaria Giovanni Pascoli attraverso un laboratorio artistico, guidato dagli artisti di Pigment Workroom, che ha portato gli alunni a riflettere sulla questione della pace e dell’inclusione sociale. Il progetto si è concretizzato nella proposta di creare un murales, fatto da un collage di fotografie che i ragazzi si sono scattati per esprimere i loro stati d’animo, partendo dall’analisi di una poesia di Gianni Rodari sul tema della pace, illustrata da Bruno Munari.

I pannelli sono stati realizzati presso l’Istituto Comprensivo “Giuseppe Garibaldi”, scuola di Bari di cui più della metà della popolazione studentesca è di origine straniera, mentre l’opera finale è all’Istituto “Giovanni Pascoli”.

L’iniziativa ben si inserisce nel progetto a lungo respiro “Educazione in Corso della durata di 24 mesi che ha l’obiettivo di contrastare i mali che affliggono il territorio quali la povertà educativa nel Municipio 1 di Bari, l’abbandono scolastico, il fenomeno dei NEET e le forme di devianza.

Antonella Cirese