Il boom del turismo religioso

I dati del report dell’Associazione Ospitalità Religiosa Italiana, riferiti al 2023, registrano un +46% di richieste di soggiorno sul 2022 e un +16% sul 2019 evidenziando un vero e proprio boom in Italia del turismo religioso.

L’indagine sottolinea anche che c’è stato un incremento di visite al portale di riferimento www.ospitalitareligiosa.it del +20% di pagine visitate sul 2022 e +12% sul 2019.

Dati confortanti per le comunità religiose ed enti non profit che ospitano i turisti e che utilizzano le entrate per sostenere progetti di missionarietà, opere caritatevoli e di assistenza verso i soggetti più fragili e bisognosi del territorio.

Il successo del turismo religioso, che favorisce anche una destagionalizzazione dell’offerta turistica, evidenzia come i turisti apprezzino l’accoglienza sobria ma confortevole delle case di ospitalità religiosa e di quelle no profit conciliando vacanza e solidarietà per i meno fortunati e vivendo cosi un turismo esperienziale di vita.

Il trend positivo del 2023 è confermato anche per il 2024 per poi culminare con l’evento del Giubileo 2025 per il quale è prevista che la sola ricettività allestita dalle organizzazioni religiose potrebbe accogliere 8-9 milioni di pellegrini.

Antonella Cirese