In Sicilia il carnevale diventa sociale

Il carnevale sociale di Palermo giunge alla sua sedicesima edizione ed attraversa da Palermo a Catania, snodandosi in 13 tappe, le periferie per favorire l’incontro e l’integrazione con le fragilità.

Grazie all’iniziativa di circa 50 organizzazioni tra associazioni, scuole e parrocchie che realizzano i costumi coinvolgendo la comunità locale, da sedici anni, il Carnevale diventa l’occasione per portare una sana leggerezza nei quartieri emarginati ma anche per ascoltare i bisogni dell’altro promuovendo l’affermazione dei diritti negati quali il diritto alla salute, il diritto al lavoro, il diritto alla casa, il diritto a vivere in un ambiente pulito, il diritto alla cultura, allo studio ed il diritto di essere liberi di scegliere.

Un progetto che parte dal basso, il cui tema quest’anno è “Unə per tutt3 tutt3 per unə”, che dovrebbe essere fatto proprio anche in altre aree del nostro paese facendo diventare la strada non luogo di degrado e abbandono sociale ma luogo di festa dove tutti ma in particolare i ragazzi trovino uno spazio di accoglienza, ascolto e vera condivisione acquistando consapevolezza della propria dignità di essere umano.

Antonella Cirese