Primavera e ora legale. Rischio jet lag… da cuscino

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo (Pasqua) torna l’ora legale. Alle 2 del 31 marzo le lancette degli orologi dovranno essere spostate un’ora in avanti. Con il risultato che ci saranno 60 minuti di luce in più, ma dormiremo un’ora in meno. Un cambiamento del ciclo del sonno, con rischio di insonnia, per milioni di persone.

Eppure, secondo gli esperti una alimentazione adeguata può aiutare, e molto, a superare il problema, qualora dovesse presentarsi, complice anche un periodo complicato e una condizione di stress emotivo che non lascia tregua da tempo.

C’è chi ritiene che i carboidrati, pane, pasta e riso, possono favorire il sonno. Nell’elenco dei cibi “buoni” finiscono pure lattuga, radicchio, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte caldo e frutta, tutti alimenti che favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi, anche in concomitanza con il passaggio alla stagione primaverile.

Da evitare sono gli alimenti conditi con curry, pepe, paprika, sale in abbondanza e glutammato. Ma anche cacao, the, caffè e superalcolici.

Sarà vero? Provare non costa nulla.

Lia Romanelli