Farmacie di servizi sempre più radicate sul territorio

Le farmacie, negli ultimi anni, hanno subito un’evoluzione caratterizzata dal loro radicamento nel territorio fondato da un profondo rapporto di fiducia con i clienti. Sono diventate sempre di più luoghi di cura, di assistenza e dispensatrici di servizi.

I dati del VI Rapporto sulla Farmacia, a cura di Cittadinanzattiva realizzato in collaborazione con Federfarma e il supporto non condizionato di Teva, evidenziano il ruolo ogni giorno più centrale delle farmacie sia con la personalizzazione delle cure attraverso la medicina di genere, sia sotto il profilo della prevenzione e salvaguardia della salute attraverso gli screening.

Le farmacie collaborano anche nella diffusione dei medicinali equivalenti informando come siano sicuri ed efficaci e siano uno strumento sociale che consente a tutti l’accesso alle cure.

A potenziare la funzione delle farmacie come farmacie del territorio sarà la norma della Legge di Bilancio che prevede, da parte dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), l’aggiornamento del prontuario della continuità assistenziale ospedale-territorio individuando la lista di farmaci che possono passare nelle farmacie. In questo modo ci sarà una distribuzione diretta dei farmaci da parte della farmacia di riferimento con un grande vantaggio a favore del cittadino non più costretto ad andare in ospedale per ritirare il farmaco.

Una norma in sintonia con il progetto di una medicina e di un’assistenza sanitaria che siano sempre più di prossimità a favore della comunità e del territorio.

Antonella Cirese