Il fotovoltaico e il Golfo di Taranto

Il golfo di Taranto, al largo della costa di Corigliano-Rossano in Calabria, sarà la sede di un impianto ibrido eolico-fotovoltaico flottante offshore grazie all’accordo tra l’azienda solare offshore olandese-norvegese SolarDuck, il fondo di investimento italiano Arrow Capital e lo sviluppatore italiano New Developments.

L’accordo strategico è basato sull’interazione tra energia solare ed energia eolica.

L’impianto, nelle intenzioni, entrarà in vigore nel 2028 ed è incentrato sull’installazione di 28 turbine eoliche con una potenza eolica di 420 MWp e piattaforme fotovoltaiche flottanti per 120 MWp con una fornitura di energia solare annua per più di 160 gigawatt/h.

L’Italia realizzando l’impianto ibrido eolico-fotovoltaico flottante offshore pone una pietra miliare nello sviluppo delle energie rinnovabili tenendo conto che il Decreto FER2 (Fonti di energia rinnovabile) conterrà misure volte alla promozione della realizzazione di progetti di energia rinnovabile tra i quali sono compresi gli OFPV (impianti fotovoltaici flottanti offshore), in modo che in particolare modo il Mezzogiorno possa sfruttare la grande risorsa rappresentata dal mare e svolgere un ruolo decisivo  per uno sviluppo energetico sostenibile e alleggerito dalle emissioni di CO2.

Antonella Cirese