L’Ue adotta la dichiarazione europea sulla mobilità ciclistica

La dichiarazione europea sulla mobilità ciclistica, firmata dalla commissaria ai Trasporti insieme alla presidente della commissione trasporti del Parlamento europeo e al vice primo ministro del Belgio, riconosce la bicicletta “mezzo di trasporto sostenibile, accessibile e conveniente, con un forte valore aggiunto per l’economia dell’Ue”.

Una dichiarazione che si traduce per tutti gli stati membri nell’impegno di dotare i territori di infrastrutture che promuovano l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto sostenibile, accessibile e conveniente che realizza la riduzione di emissioni di CO2.

Un impegno che si concretizza con il rendere migliori i trasporti pubblici, sicuri i parcheggi, costruire strade ciclabili adeguate che spingano allo sviluppo del cicloturismo e rendendo agevole l’accesso per le biciclette elettriche ai punti di ricarica.

Il provvedimento delle istituzioni europee si rivela un motore propulsore per lo sviluppo a livello mondiale dell’industria europea ciclistica con la creazione di nuovi posti di lavoro e la diffusione di una cultura della mobilità ciclistica sotto il segno della sostenibilità.

Antonella Cirese