Mercato immobiliare italiano. E’ caccia alle case meno grandi

I primi mesi del 2024 sembrano caratterizzati da una domanda di acquisto di case più piccole.

Questa tendenza viene fotografata dal primo studio realizzato da Century 21 Italia, la branch italiana del colosso americano del real estate e Wikicasa, dal quale emerge come domanda ed offerta siano su due piani diversi infatti chi ha intenzione di comprare casa domanda immobili (di solito trivani) di circa 118 metri quadri mentre chi vende offre case dalla metratura media di 127 metri quadrati che hanno 4/5 stanze.

Il trend verso le case piccole si spiega con l’aumento dei tassi ma anche perchè si acquista per esigenze abitative o per investimenti; di conseguenza, dato l’inverno demografico, non si ha l’esigenza di case grandi e per quanto riguarda l’investimento chi compre lo fa per una rendita e non per avere “la casa della propri vita”.

Il divario domanda ed offerta immobiliare porta come risultato un divario anche per quanto riguarda i prezzi in quanto oggi chi cerca casa in Italia non è disposto a pagare più di 160 mila euro, mentre il prezzo medio per chi mette un immobile in vendita arriva a sfiorare i 230 mila euro.

Il rapporto è stato realizzato su tutto il territorio nazionale esaminando in particolare Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Catania, Palermo e tra queste Napoli è la citta che ha mantenuto più fermi, quest’anno, nel mercato immobiliare i prezzi di vendita.

Antonella Cirese