Si stava meglio quando… ?

Queste righe sono dedicate a tutti coloro che almeno una volta nella vita si sono sentiti dire “Eh, ai miei tempi…” seguito da un elenco di cose che ai tempi narrati parevano funzionare.

E sono dedicate anche a chi, affetto da retrotopia, quelle parole le ha pronunciate.

È proprio vero che si stava meglio quando di stava peggio?  (Fabri Fibra, La soluzione, 2008).

Si è passati da una epidemia della smania per il progresso ad una epidemia globale di nostalgia perché l’incertezza del futuro fa paura.

Così, come un bimbo che guarda sempre lo stesso film perché conosce il finale, si sfugge all’incertezza immergendosi nel vago ricordo di un passato apprezzato per la sua presunta stabilità e affidabilità (Zygmunt Bauman, Retrotopia, 2017).

Ma non è forse nell’incertezza che si alimenta il dubbio e quindi la curiosità?

Per paura di perdersi, le persone si perdono.

Sempre alla ricerca di risposte. Che molte volte si trovano, a torto o a ragione, nel denaro. La soluzione del rapper marchigiano è la soluzione.  

E forse non è un caso che questo brano sia stato pubblicato in un anno, il 2008, di grande crisi per l’Unione Europea che vede la disoccupazione giovanile aumentare prepotentemente.

Sempre alla ricerca di risposte senza mai porsi le domande.

Ci convincono a spendere soldi che non abbiamo per procurarci cose che non ci servono per fare un’impressione che non durerà su gente di cui non c’importa nulla. Così Tim Jackson, professore di Sviluppo sostenibile in un Ted talk del 2010 ispirato molto probabilmente dal film di David Fincher, Fight club, 1999.

Immersi nell’era più emancipata e meno coraggiosa, si sceglie il certo per l’incerto.  

Come uscire da questa condizione?

Sperimentando. Scegliendo di percorrere il sentiero meno battuto. Imparando a porsi le giuste domande.

Diventando filosofi. Ché sono individui pericolosi. Per sé stessi e per il mondo. Periculum è l’esperimento e il filosofo è chi ha la forza e il coraggio di riconoscere il mondo intero come un gigantesco esperimento. […] La filosofia è una navigazione e navigare implica sempre la disposizione ad abbandonare la terraferma.  (Lezioni di meraviglia, Tlon).

“Possiamo scegliere se prenderci per mano o finire in una fossa comune”. (Retrotopia)

Lucia Ricchitelli