Il Dragone di Stato

Il mito di Europa rapita da Zeus è il racconto mitologico nel quale Zeus, il re degli dèi, rapisce la principessa fenicia Europa e la porta sull’isola di Creta. Dall’unione di Europa e Zeus nacque Minosse, famoso per il mito del labirinto nel quale fece rinchiudere il Minotauro.

Europa era una giovane e bella principessa, figlia di Agenore, re di Tiro (città della Fenicia, oggi Libano), e di Telefassa. Un giorno, mentre era in riva al mare con le sue ancelle, a raccogliere fiori e a intrecciare ghirlande, Zeus la vide e se ne innamorò. Zeus scese dal monte Olimpo e, per non intimorire le fanciulle, assunse la forma di un toro bianco, mettendosi a pascolare l’erba del prato. Vedendolo così mansueto le ragazze si avvicinarono e presero ad accarezzarlo. La principessa Europa, per gioco, gli salì in groppa. Zeus, sempre nelle sembianze di un toro, fuggì via alzandosi in volo. Giunto nell’isola di Creta, si fermò; il toro riprese le sue sembianze divine e si fece riconoscere per Zeus. Insieme generarono Minosse, Radamanto e Sarpedonte, poi adottati da Asterio re di Creta e marito di Europa.

Nel mito, in fondo, c’è sempre un po’ di realtà e che Europa sia stata violentata da Zeus non si ritrova da nessuna parte, sembrerebbe che il rapporto fosse stato consensuale; certo c’è il ratto, ma vuoi mettere che il rapitore è Zeus? Mentre si celebrano i successi degli Alleati con lo sbarco ad Anzio e – soprattutto – in Normandia, l’accoppiamento fra Europa e Zeus (gli Stati Uniti?) sembra sempre di più essere un ratto con violenza, che ha generato figli illegittimi come la NATO.

Con la sconfitta della Germania (e dell’Italia, checchè se ne dica) nella seconda guerra mondiale, l’Europa ha perso la propria autonomia politica ed economica, alla faccia della grandeur francese e della spocchia britannica: finiti i grandi imperi coloniali, l’Europa ha perso il ruolo di guida morale ed economica a livello mondiale, appiattendosi sulle posizioni (spesso belliciste) degli Stati Uniti, autonominatisi “guardiani” della pace  (La saga di Guerre Stellari è l’apoteosi di se stessi, che lottano contro il Male Oscuro e la Morte Nera) .

L’Ucraina è l’ultimo casus belli, che non è ancora divenuta la scintilla del Terzo conflitto mondiale, solo perché Israele ha pensato bene di iniziare il genocidio dei Palestinesi, dopo l’assurdo e criminale attacco terroristico dello scorso 7 Ottobre da parte di Hamas. E’ chiaro a tutti che la Russia avrebbe potuto fare una azione molto più incisiva se avesse voluto e che l’Ucraina riesce a resistere solo perché il gruppo occidentale dà il supporto militare in armamenti, per la gioia delle lobbies dei mercanti di morte.

Così, domani si andrà a votare per un simulacro di idea unitaria, lontana dal Manifesto di Ventotene e dalle speranze di Adenauer e De Gasperi, per un parlamento che non conta nulla perché le decisioni sono prese fuori dall’emiciclo e trasferite in un sistema di governo che tutto è fuorchè democratico: decide la Commissione la linea politica ed economica, dove il Parlamento è chiamato solo a ratificare le decisioni, non potendole modificare o bocciare a causa del meccanismo stesso dell’Unione che concede tutti i poteri alla Commissione e dove l’autorità si confronta solo con la BCE.

Questa è l’Europa che volevamo? O è l’Europa che vogliono gli Stati Uniti e tutte le varie consorterie economiche di tutto il Mondo? Una Europa violentata, distrutta moralmente e psicologicamente, dove le macerie sono innanzitutto nella testa dei governanti e poi dei popoli, nonostante siano passati 80 anni da quel 6 Giugno.

Popoli che hanno perso il senso dell’appartenenza sociale e solidale in cambio di una sudditanza economica, dove le proprie Costituzioni sono divenute carta straccia in favore di accordi mai sottoposti al voto democratico, banche nazionali che hanno abdicato ad un potere sovranazionale che ha svilito la creatività, l’ingegno ed il saper fare di ogni popolo, nella presunzione di creare un nuovo Mondo.

Tutti i partecipanti a questa macabra commedia li vediamo giulivi a raccattar consensi, per portare nuovi arruffa popoli da quindicimilaeuro al mese nel mercatone di Bruxelles, a bagarellare intrighi da pochi euro mentre gli affari si fanno alla Borsa di New York. Per ora ed in attesa che il Dragone arrivi e si mangi tutto.

Rocco Suma