Al top per le energie rinnovabili

I primi cinque mesi del 2024 confermano la tendenza positiva tutta italiana verso un futuro più green infatti il clima si è dimostrato un alleato delle rinnovabili in quanto il caldo e le scarse piogge nel sud hanno fatto in modo che crescesse la produzione fotovoltaica mentre le abbondanti piogge a nord hanno consentito un incremento dell’energia idroelettrica.

Accanto al clima caldo una spinta verso il fotovoltaico è venuta anche dal Superbonus 110 che ha contribuito ad incrementare gli investimenti green.

L’Italia sembra avviarsi verso la transizione energetica con il conseguente calo della produzione termoelettrica da carbone e gas in sintonia con il piano nazionale dell’energia (Pniec) che prevede entro il 2025, con deroga a favore della Sardegna, la cessazione della produzione di energia elettrica da carbone.

Antonella Cirese