Design settore in evoluzione. Lo rivela una indagine

Fondazione Symbola, Deloitte Private, POLI.design, ADI in collaborazione con Comieco, AlmaLaurea, CUID, e il patrocinio del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del ministero delle Imprese e del Made in Italy hanno realizzato il report “Design Economy 2024”, dal quale emerge come il design sia un settore in evoluzione che genera lavoro insieme a valore economico e sociale.

In base ai dati il settore crea un valore aggiunto pari a 3,14 miliardi con 63.485mila occupati; numeri che pongono l’Italia, tra i paesi europei con il miglior fatturato superando Francia, Spagna e Polonia tenendo conto anche che, nel settore design, le vendite in Italia hanno avuto, tra il 2021 e 2022, un incremento del 27,1% pari a circa il doppio della media comunitaria (+14,4%). 

 Il rapporto evidenzia come sia importante il fattore sostenibilità unito all’uso delle tecnologie avanzate tra cui vengono preferite l’Extended Reality, che consente di combinare le esperienze di realtà aumentata, realtà virtuale e realtà mista, e l’intelligenza artificiale, strumento che stimola la creatività per la realizzazione di nuovi prodotti.

L’indagine rivela come il design sia un settore in fermento con 20 nuove figure professionali e tra queste i profili maggiormente indicati dagli intervistati sono il material designer, il designer engineer, l’experience designer e l’information designer.

Antonella Cirese