Il festival dei cortometraggi a Visciano

Visciano, piccolo centro nell’Appennino campano, è protagonista, dal 4 al 7 luglio, del Premio Carpine, che deve il nome alla Madonna di Carpinello venerata nel territorio nolese, concorso internazionale giunto alla XIII edizione dedicato ai cortometraggi.

Il concorso nasce su iniziativa di padre Arturo D’Onofrio, fondatore della Piccola Opera della Redenzione, di cui è in corso la causa di beatificazione, con l’obiettivo di dare centralità alla riflessione sulle problematiche sociali per promuovere una coscienza e consapevolezza sull’emarginazione e sull’importanza dell’inclusività sociale.

Il festival, promosso dalla Pro Loco Visciano, Radio Carpine Visciano, Piccola Opera della Redenzione, con la compartecipazione e il patrocinio del Comune di Visciano, Unpli Napoli e della Città Metropolitana di Napoli – ogni anno registra da ogni parte del pianeta un grande successo mediatico trasformandosi in contenitore internazionale dove vengono affrontati con varie prospettive le tematiche dell’emarginazione.

Il festival si trasforma in un’opportunità ridando dignità e valore umano ai più fragili.

Visciano ospiterà il Premio Carpine con sei categorie in concorso e premi da assegnare a registi, attori, produttori.

Antonella Cirese