La quinta dimensione: Vito Gurrado e Lidia Schillaci

Durante il tour in Puglia della cantautrice Lidia Schillaci, nota per aver partecipato a numerosi tour mondiali con artisti come Eros Ramazzotti ed Elisa, nonché vincitrice del celebre programma televisivo di Rai1 “Tale e Quale Show”, è immediatamente nata una preziosa intesa artistica con il poliedrico Maestro Vito Gurrado, direttore dell’omonimo museo diffuso d’arte moderna e contemporanea nonché presidente di commissione Arte A.N.A.S. Puglia, Ente del Terzo Settore ed ancora prezioso componente del movimento culturale “Home of Art” sostenuto per le sue iniziative da Banca Generali Private di Bari.

Sicché, già dall’ultima tappa dell’apprezzatissimo tour “Al Sole di Sicilia” è stato possibile ammirare la popolare cantante con i gioielli d’autore di Gurrado, meglio noti alla critica quali micro sculture indossabili.

Parliamo di esemplari unici al mondo che nel tempo hanno impreziosito collezioni reali e papali sino a giungere anche a molti altri personaggi di spicco del mondo dello spettacolo.

Ambedue hanno un viscerale rapporto d’amore verso la propria terra ed ovviamente nei confronti dell’arte e della cultura in senso lato ed è proprio grazie a ciò che hanno deciso di avviare una felice e proficua collaborazione.

Tiene a voler specificare il Maestro dalle note attitudini alchimistiche, d’aver scelto Lidia Schillaci quale modello di integrità e innovazione, riconoscendo in lei una ​straordinaria artista capace di trasformare emozioni in musica.

Questo inaspettato incontro è probabilmente quanto di più bello ci si potesse aspettare: L’ingresso ad una nuova Dimensione, il preludio di nuovi orizzonti.

L’esatto contesto spazio temporale laddove vedremo fondersi la bellezza della musica alla maestria dell’arte scultorea, pittorica ed orafa. ​

Paola Copertino